Quanto costa un’auto usata e la sua manutenzione?

automobile guidaScegliere un’auto usata al giusto costo

Risparmiare sui costi di manutenzione

Ti sei mai chiesto quanto costa un’auto usata? Se la risposta è positiva, www.autoalbrici.it ha la risposta che fa per te, visto e considerato che i suoi esperti hanno realizzato un piccolo vademecum che ti permetterà di evitare ogni sgradita sorpresa. Ti consigliamo innanzitutto di considerare che ci sono due tipi di costi necessari da mettere in budget: quelli iniziali, e quelli ricorrenti. Verifica dunque di aver pensato a tutti i seguenti elementi per evitare di sottostimare l’impegno monetario richiesto.

Costo iniziale. Una volta che hai deciso di volere una macchina… dovrai ovviamente pagarla! Puoi pagare l’intero costo in anticipo o stipulare un contratto di finanziamento. Qualunque modo tu scelga, dovrai comunque versare almeno un acconto prima di mettere in moto.

Le spese di manutenzione

Carburante. Per calcolare il costo approssimativo della gestione di una nuova auto, è bene cercare di stimare quali siano i consumi di carburante e – sulla base di ciò – calcolare il controvalore che dovresti mettere in budget sulla base del costo della benzina.

Imposta. Puoi verificare quante tasse stradali dovrai pagare (bollo auto, ecc.) sul sito internet del Ministero dei Trasporti e dell’ACI, che ti permetteranno di conteggiare il livello degli oneri per il possesso del veicolo, generalmente sulla base della sua potenza e del livello di inquinamento.

Assicurazione auto. Il costo dell’assicurazione si basa sulla quota che un assicuratore sui rischi… percepisce come tali. Ad esempio, se sei un giovane che ha appena preso la patente, pagherai di più per la tua copertura piuttosto che un guidatore esperto che non è mai andato incontro a un sinistro. In aggiunta a ciò, ricorda che a far lievitare il costo delle polizze assicurative sono anche le garanzie aggiuntive che sceglierai di prevedere in contratto oltre all’obbligatoria RC.

Manutenzione. Immaginiamo che, prima o poi, avrai bisogno di far riparare la tua auto. Ti suggeriamo di procedere con regolarità a questi interventi, perché trascurare qualche piccolo segnale di malfunzionamento ha il solo scopo di indurti in un prossimo futuro a pagare molto di più per riparazioni più gravi. Effettua dunque un piccolo tagliando almeno una volta all’anno, per poterti garantire la migliore sicurezza alla guida e mantenere in validità la garanzia del produttore.

Permessi di parcheggio e pedaggi. A meno che tu non abbia un parcheggio gratuito dove vivi e lavori, o un garage, probabilmente dovrai pagare qualcosa per poter alloggiare il veicolo in un posto auto. Considera anche la necessità di pagare pedaggi che puoi incontrare lungo la strada, qualora tu abbia bisogno di spostarti frequentemente in autostrada per lavoro o per questioni personali.

Altre spese. Nuove gomme, riparazioni e pulizie possono aggiungere ulteriore fabbisogno al tuo budget e, quindi, assicurati che ci sia un po’ di spazio anche per questi interventi.

A margine di questa analisi, dovresti avere a disposizione un quadro panoramico di tutte le spese che dovrai affrontare per poter gestire il tuo veicolo. Su alcune di queste voci il risparmio è difficilmente conseguibile, mentre su altre puoi provare a ridurre il budget.

Leave a Reply