Alimentazione low cost: ecco come risparmiare

alimentazione-low-costLa crisi ha colpito numerose famiglie. Con questo “pretesto”, infatti, si è diventati più bravi a fare la spesa. Tuttavia, alcune ricerche mostrano che il consumo di frutta e verdura, lo scorso anno, è calato del 18%. Questo perchè, ancora, non siamo in grado di capire come alimentarci low cost, ma con qualità e gusto. Ecco, allora, alcuni consigli utili.

Prima di tutto, facciamo un passo indietro. Ormai abbiamo appurato che è importante andare a fare la spesa al supermercato con la pancia piena: in questo modo si evita di acquistare cibi inutili, dannosi per la salute e superflui per la nostra dispensa. Abbiamo anche imparato a confrontare i prodotti tra di loro e, cosa molto utile, a leggere l’etichetta con attenzione.

L’ultimo passo che ci manca riguarda proprio la frutta e la verdura: come risparmiare senza rinunciare al gusto? Prima di tutto, puntate sempre su tutto ciò che è di stagione: oltre ad essere più ricchi e nutrienti, sono anche più economici. Un’altra valida strategia riguarda i rivenditori a km zero: provate ad informarvi se ve ne sono alcuni nella vostra zona. E’ stato calcolato che chi si rifornisce da loro taglia la spesa del 30%. La ragione è presto spiegata: acquistando direttamente da loro, si evitano le spese di stoccaggio, spedizione, distribuzione e trasporto. Non male vero?

Anche la frutta, o la verdura, biologica può essere low cost. Di fatto, c’è anche quella che comunemente viene definita “di seconda scelta”: si tratta di vegetali meno perfetti, e magari leggermente ammaccati, ma sempre comunque commestibili e ottimi da mangiare. Il prezzo (neanche a dirlo) è molto più conveniente, e rispetto ai prodotti bio classici, si risparmia fino al 20%.

Insomma, le possibilità per scegliere frutta e verdura di ottima qualità ci sono. E da adesso avete anche qualche consiglio in più da tenere a mente: la salute passa, prima di tutto, da ciò che mangiamo!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *