Buon andamento della produzione industriale USA

forex 1Stando agli ultimi dati macro pubblicati, nel corso del mese di dicembre la produzione industriale è cresciuta di 0,9% su mese dopo -0,1% su mese di novembre (rivisto da +0,2% mese su mese), sulla scia di un forte incremento delle utility (+5,6% su base mensile), dovuto al clima, e dell’estrattivo (+1,6% su base mensile). Il manifatturiero è in rialzo di +0,1% mese su mese, dopo +0,3% mese su mese a novembre, per il quarto incremento consecutivo, spinto dal recupero del segmento auto (+2% su mese).

Nel corso del quarto trimestre la crescita del settore manifatturiero è in netta accelerazione, dopo la contrazione avvenuta nel corso del terzo trimestre, causata dagli uragani. A gennaio si dovrebbe avere ulteriore forza delle utility, per via del clima straordinariamente rigido di inizio anno; anche il settore estrattivo – sottolineano gli analisti – dovrebbe proseguire sul sentiero espansivo grazie al rialzo del prezzo del petrolio. Per il manifatturiero, infine, le indagini sembrano stimare a un trend solido per i primi mesi dell’anno, trainato dal dollaro debole e dal ciclo globale

È stata altresì giornata di dati macro per l’eurozona: la seconda stima ha confermato l’inflazione in calo all’1,4 per cento a dicembre da un precedente 1,5 per cento. l’inflazione al netto di energia ed alimentari freschi è stata confermata stabile a 1,1 per cento per il secondo mese consecutivo, mentre la misura al netto di energia alimentari e tabacchi è rimasta ferma a 0,9 per cento anno su anno da una media di 1,2 per cento nei quattro mesi precedenti. L’inflazione è attesa frenare ancora nel corso del mese di gennaio all’1,1 per cento su di un effetto base sfavorevole dall’energia solo in parte compensato dalle recenti pressioni sul prezzo del greggio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *