Mandorle e colesterolo, nuova ricerca svela i benefici

Mangiare mandorle? Entro certi termini, permette di diminuire il colesterolo, grazie alle proprietà antiossidanti di questo frutto a guscio. Pubblicato sull’ultimo numero del Journal of Nutrition, lo studio condotto da Penny Kris-Etherton e dai suoi colleghi ella Pennsylvania State University ha permesso di scoprire in che modo un consumo regolare di tale alimento possa contribuire a innalzare i livelli di colesterolo HDL, quello buono, andando a migliorare altresì il modo in cui il colesterolo viene rimosso dal nostro organismo.

In particolare, gli scienziati hanno sottoposto alla cura delle mandorle più di 20 volontari, verificando poi gli effetti su alcuni biomarcatori dell’ossidazione cellulare, mediante una dieta diversificata e casuale, somministrata per un mese. A un gruppo era stata altresì somministrata una dose da 73 grammi giornalieri di mandorle, a un altro mezza dose, a un campione di controllo un “muffin”.

Alla fine del trattamento, sono poi stati confrontati i risultati delle analisi del sangue e delle urine, scoprendo che nel gruppo di volontari con la dieta più ricca di mandorle sono state trovate le concentrazioni più basse dei due marcatori dello stress ossidativo, la malondiadeide (MDE), un sottoprodotto naturale ceh viene generato dalla degradazione dei grassi, e di isoprostani urinari, indicatore che è legato allo stesso processo di ossidazione dei lipidi.

Più nel dettagli, i ricercatori avevano scoperto che il primo valore era diminuito del 19%, mentre il secondo era sceso addirittura del 27%, per una riduzione che era stata giudicata come apprezzabile anche nel gruppo che aveva ricevuto metà della dose di mandorle al giorno.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *