203 tatuaggi dei Simpson: Michel Baxter entra nel Guinness dei Primati

homerQuale soggetto scegliere per i nostri tatuaggi? Si tratta di un argomento delicato, in quanto ogni persona sceglie di tatuarsi dei motivi cari, legati a particolari eventi della propria vita oppure ispirati a personaggi o culture che la rappresentano. Oggi vogliamo raccontavi la curiosa storia di Michael Baxter, signore australiano che è entrato nel Guinness dei primati per avere ricoperto il suo corpo di tatuaggi ispirati all’universo dei Simpson.

Michael Baxter ha una collezione invidiabile di tatuaggi, ben 203, che ricoprono una zona che va dalle spalle fino ai glutei e tutti raffigurano i simpatici amici gialli che con la loro ironia hanno conquistato milioni di telespettatori in tutto il mondo. Il signore australiano aveva certamente le idee chiare sul soggetto preferito, in quanto ha impiegato soli 5 giorni e mezzo per farsi creare questa vera e propria opera d’arte, spendendo svariate migliaia di dollari per tatuarsi gli idoli preferiti nel suo lato B.

Intervistato dai giornali e alle tv locali, Baxter ha dichiarato che desiderava ottenere un risultato unico e mai pensato prima, in quanto ama ‘da impazzire’ sia lo show dei Simpson che i tatuaggi. L’australiano 52nne ha quindi pensato di unire le sue due grandi passioni, dando vita ad un disegno davvero speciale, dove i cartoon dei Simpson si alternano in varie movenze e dove sono presenti tutti i personaggi (anche i minori) che hanno partecipato alla serie.

Ora Baxter può vantarsi di essere entrato a fare parte del Guinness dei Primati e ne è ben felice. Conoscere alla perfezione il soggetto dei tatuaggi che si desiderano fare e prendere l’importante decisione di farsi tatuare la schiena e il lato B non è certo da tutti, quindi Baxter ha trovato la sua strada, l’ha perseguita con coraggio e ora si gode giustamente la fama raggiunta.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *