Come scegliere le offerte luce e gas per un risparmio sicuro

Come scegliere le offerte luce e gas per un risparmio sicuroSe da tempo il nostro obiettivo è scegliere le migliori offerte di luce e gas, sarà necessario conoscere prima i consumi precisi per optare per la scelta più adatta perché, come sappiamo, non sono tutte uguali.

La prima cosa da fare assolutamente è comparare le offerte di luce e gas dei numerosi operatori per capire quale sia quella giusta per noi in modo che questo dato non pesi inutilmente sul nostro bilancio familiare. Spesso, infatti, non facciamo attenzione ai dettagli e alle molte possibilità di risparmio che ci sono.

Del resto è noto quanto la liberalizzazione dei mercati abbia reso più semplice lo sviluppo di vari fornitori di luce e gas e di conseguenza di altrettante offerte e possibilità di scelta.

Il dettaglio che non deve mai essere sottovalutato è la singolarità di ogni consumatore, per meglio dire, i consumi di un single non saranno quelli di una famiglia con figli e neanche quelli di una coppia. Ecco perché sul mercato troviamo svariate offerte. Ognuna perfetta per ogni cliente.

Qual è la scelta migliore per le offerte di luce e gas?  

La parola chiave è consumo annuo. In base a quello, che è riportato in bolletta, sia per quanto riguarda quella della luce che quella del gas, si potrà davvero pensare di fare una scelta.

Andando nello specifico, per la luce il consumo sarà espresso in chilowatt e un altro fattore da scegliere è la tariffa oraria. Esistono quella monoraria che prevede un costo per l’energia fisso in tutte le ore della giornata e quella bioraria che come si intuisce dal nome stesso prevede due diverse fasce orarie, la F1 (diurna) in cui i costi sono più elevati e la F2 (giorni pre-festivi, festivi e dalle 19 alle 8) in cui si ha un evidente risparmio.

Se restiamo in casa maggiormente di giorno è utile optare per la monoraria, se invece viviamo in casa principalmente la sera e nel weekend allora la scelta adatta a noi sarà sicuramente quella bioraria.

Per quanto riguarda il gas, invece, il primo dato da avere chiaro è il comune di residenza a cui si riferisce la fornitura. In questo caso il consumo annuo è espresso in mc (metri cubi). Esattamente come per la luce, questo dato si può controllare direttamente in bolletta.

Dettaglio emerso negli ultimi anni è quello secondo cui la scelta di diverse modalità di pagamento rispetto a quella tradizionale e l’invio della bolletta elettronica comportino un ulteriore risparmio.

Consigli prima della scelta

Scegliere con calma, senza fretta perché decisioni prese senza pensare non hanno mai portato a grandi risultati. Con i dati necessari alla mano si potranno comparare le varie offerte di luce e gas per scegliere quella davvero fatta su misura per la nostra tipologia di consumo. Il mercato libero propone numerose possibilità di offerte e di fornitori, tutto sta nel prendere la decisione più adatta a noi perché non c’è un’unica soluzione perfetta per tutti i tipi di clienti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *