Ristrutturare casa: valutazione e fasi

pennello imbianchinoSe si vuole ristrutturare casa, bisogna fare diverse considerazioni sui lavori da fare e sulla loro entità; capire se la casa è solo da rinnovare o tutta da ristrutturare.

Una ristrutturazione potrebbe richiedere solo il tinteggiare delle pareti oppure la sostituzione di pavimenti. In questi casi, non è obbligatorio richiedere permessi comunali o ricorrere ad un professionista.

Se si tratta invece di lavori più approfonditi, come demolire e ricostruire delle pareti, allora è preferibile rivolgersi ad un tecnico per organizzare tutte le fasi dei lavori (demolizione, finiture, richiesta di preventivi, confronto di costi e prezzi, etc…).

I lavori di ristrutturazione si distinguono in lavori di ristrutturazione completa o parziale.

In caso di ristrutturazione completa, la prima cosa da capire riguarda la cifra economica di cui si dispone, la seconda è la il sopralluogo degli spazi da ristrutturare, la terza riguarda la consultazione di un progetto dei lavori da svolgere.

Una volta definito il progetto, si deve preparare la pratica da presentare al Comune, e se non vi sono vincoli architettonici particolari si può dare avvio ai lavori.

Dopo che abbiamo stabilito gli interventi da fare e i materiali da utilizzare, si sceglie l’impresa che se ne occuperà in base al costo ristrutturazione di casa, ai tempi ed altri elementi.

La ristrutturazione può anche essere parziale, con lavori poco “invasivi” come l’imbiancatura delle pareti, la sostituzione dei rivestimenti che possono essere piastrelle o pavimenti in legno, la ricollocazione di prese e interruttori di corrente, a patto che queste non alterino l’impianto elettrico o quello idrico-sanitario preesistente.

Nel caso di lavori di ristrutturazione totale, gli interventi cambieranno secondo la tipologia costruttiva presente, che può trattarsi di un edificio in muratura piena oppure di struttura in cemento armato e pareti in laterizio. Nella ristrutturazione completa rientrano anche interventi su pareti, pavimenti, impianti e serramenti.

Per quanto riguarda interventi per le nuove pavimentazioni, che siano piastrelle o parquet, bisogna prima creare uno strato in cemento che prevede una rete elettrosaldata e l’uso di materiali isolanti sia dal punto di vista termico sia acustico.

Altro genere di interventi possono riguardare i serramenti, le porte e le finestre, che potranno essere sostituite completamente, se necessario avendo questi elementi un grande impatto sull’isolamento termico di casa.

Per quanto riguarda i rivestimenti e gli intonaci, si dovranno eliminare quelli rovinati da ripristinare se non si modifica la conformazione interna dell’abitazione, altrimenti si dovranno uniformare le finiture, utilizzando tecniche di tinteggiatura varie, dalla spugnatura alla velatura e spatolatura.

Nel ristrutturare interamente una casa, si inizia con interventi di muratura per delimitare gli spazi dell’abitazione; successivamente si procede con l’impianto elettrico ed idraulico. Dopo la scelta dei pavimenti e dei rivestimenti si passa alla loro posa in opera, e infine si procede con il montaggio degli infissi, di porte e finestre.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *