Perché condire con olio extravergine di oliva?

olio sicilia olivaL’olio extravergine d’oliva è uno dei simboli più importanti della dieta mediterranea, lo stile nutrizionale considerato uno fra i più sani.


L’olio di oliva viene usato per condire piatti e pietanze di tutti i generi, in particolare nella nostra cultura gastronomica, che ne apprezza il gusto e le proprietà organolettiche. A parte il frequente impiego dell’olio extravergine d’oliva, come ideale condimento per cucinare, ne conosciamo a fondo tutti i benefici che ha per la nostra salute?

L’olio extravergine raggiunge il suo massimo nella versione biologica e se ottenuto da spremitura a freddo. Questa è la tipologia di olio d’oliva migliore, perché presenta un grado di acidità inferiore rispetto agli altri oli d’oliva.

Ecco quali sono le proprietà e i benefici per la salute dell’olio extravergine d’oliva:

L’olio extravergine d’oliva è un condimento sano, ricco di acidi grassi monoinsaturi e polinsaturi. E’ anche un olio ricco di calorie, se si pensa che 100 grammi di olio extravergine apportano 884 calore. Nell’olio extravergine d’oliva si trovano anche sodio, calcio, potassio, vitamina E e ferro.

L’olio extravergine d’oliva si distingue dal più comune olio d’oliva, in quanto viene estratto unicamente dalla spremitura delle olive, senza altre procedure, e perché la sua massima acidità massima è pari all’1%.


Per poter ottenere un olio extravergine d’oliva di elevata qualità, si consiglia di fare i propri acquisti presso un’azienda agricola di fiducia che ha una coltivazione naturale dei propri ulivi.

Per un acquisto consapevole, possiamo approfondire i dettagli consultando questa pagina web: www.oliodellasicilia.com/cultivar/nocellara-del-belice.

Le procedure eseguite per la produzione dell’olio extravergine d’oliva avvengono in modo che le condizioni termiche non ne comportino alterazioni di nessun genere, così che questo ingrediente alimentare possa conservarsi prezioso come è.

L’olio extravergine d’oliva viene ricavato mediante un processo di estrazione e avvalendosi di processi meccanici. Le caratteristiche di ogni olio possono variare in base al luogo di coltivazione e in base alla tipologia di olive utilizzate. Ogni olio si contraddistingue per colore, sapore e composizione.

 Benefici dell’olio extravergine d’oliva


La scienza medica e le varie scuole alimentari prestano da sempre molta attenzione ai benefici che l’olio extravergine d’oliva apporta alla salute del nostro organismo.

A supporto di tutte le teorie affrancate da testimonianze varie, ecco cosa emerge dagli studi più recenti condotti sul condimento con olio extra vergine d’oliva.

L’extravergine contiene grandi quantità di omega 3 e omega 6 che lo rendono una tipologia di grasso molto simile al latte materno. Entrambi i composti, infatti, sono presenti nell’alimento simbolo della dieta mediterranea, molto utilizzato gradito anche da culture esotiche che non ne hanno mai fatto grande uso per tradizione.


Uno studio, recentemente condotto da un team di ricercatori dell’Università Federico II di Napoli, ha dimostrato che un consumo di olio extravergine d’oliva aiuta a prevenire i rischi di incidenza del diabete, oltre a svolgere un’azione protettiva del fegato. La quantità consigliata sarebbe intorno ai quattro/cinque cucchiai al giorno.

Un studio coordinato dall’Università spagnola di Navarra e dal Centro di Ricerca Biomedica CIBERobn ha confermato che l’olio extravergine d’oliva ha ottime proprietà antitumorali, con specifico riferimento alla prevenzione del cancro al seno e ad una riduzione del rischio di incidenza di questa malattia.

E sempre rispetto alla prevenzione dei tumori, un’altra conferma dei benefici dell’olio extravergine d’oliva, viene da uno studio che si è concentrato su questo ottimo condimento, considerato benefico anche per il contenuto di polifenoli, sostanze preziose per il mantenimento della salute del nostro organismo.

Un’altra ricerca, condotta da un team di ricercatori dell’Università di Firenze, ha rivelato gli effetti dell’olio extravergine d’oliva nella prevenzione dell’invecchiamento e delle malattie degenerative. In particolare, a giovare dell’effetto benefico di questo condimento è il morbo di Alzheimer, grazie all’azione svolta, e agli effetti positivi, degli antiossidanti contenuti da questo alimento.

Nel 2014 una ricerca condotta da ricercatori italiani ed internazionali ha dimostrato che il cibo svolge un’azione diretta sui geni modificandone in modo impattante il meccanismo nel nostro organismo, approfondendone i vantaggi nella riduzione di incidenza del tumore al colon.

Da un tema dell’Università La Sapienza di Roma viene invece uno studio che evidenzia i benefici dell’olio extravergine d’oliva nella protezione di cuore e arterie. In modo specifico, una regolare assunzione di olio extravergine d’oliva mantiene sotto controllo i livelli di colesterolo LDL e di glucosio.

Il condimento con olio extravergine d’oliva ha anche un altro ruolo, quello di far sentire più sazi e appagati dopo un pasto.

Questa particolarità sarebbe dovuto alla presenza di alcune molecole aromatiche che sono contenute nell’olio extravergine, e che sono considerate capaci di stimolare il senso di sazietà.

L’azione benefica dell’extravergine riesce a durare lungo tutto il corso della digestione degli alimenti. Questo è un ulteriore motivo per consumare l’olio extravergine come condimento, se si vuole mantenere il controllo del peso.

L’olio extravergine d’oliva contiene ottimi antiossidanti, che dobbiamo alla presenza di polifenoli e tocoferoli, sostanze presenti in questo alimento e che hanno una proprietà antiossidante. Il loro contributo è fondamentale nella prevenzione di malattie vascolari e di tumori.

Per approfondire i dettagli sulle procedure di estrazione dell’olio d’oliva, potete leggere la risorsa web: https://it.wikipedia.org/wiki/Olio_di_oliva

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *