L’onicotecnica, la professione del futuro

nailSono sempre di più le persone che amano avere delle unghie sempre perfette, in ogni situazione. In ogni città d’Italia sono sempre più numerosi i saloni di manicure che permettono ai loro clienti, uomini e donne, di avere unghie curate, o anche dipinte con colori alla moda e tecniche appariscenti. Per potersi dedicare all’onicotecnica, la professione di chi cura e ricostruisce le unghie, è importante seguire appositi corsi professionali.

Evitare l’improvvisazione

In qualsiasi ambito dell’estetica è sempre importante arricchire le proprie conoscenze, attraverso una preparazione seria e accurata. Anche un lavoro che può apparire semplice, come quello della ricostruzione delle unghie, nasconde delle insidie non indifferenti e necessita di una buona preparazione di base. Solo in questo modo è possibile ottenere interventi sempre perfetti, duraturi nel tempo e molto efficaci. Per chi vive in Lazio la proposta di corsi dedicati all’onicotecnica è ricca di interessanti opzioni, tra cui i corsi di Annacademy, un ente di formazione autorizzato dalla Regione Lazio, che si trova a 40 minuti dal centro di Roma, a Anzio.

Corsi specifici

Per diventare nail artist è importante seguire dei corsi specifici, totalmente dedicati alle principali tecniche utilizzabili in questo campo. Sono infatti diversi i metodi che si possono utilizzare per la ricostruzione delle unghie, così come sono diverse le richieste e le problematiche dei potenziali clienti. Molto spesso chi ricorre alla ricostruzione delle unghie presenta problematiche che compromettono l’integrità di tutte le unghie. Si tratta infatti, molto spesso, di persone che soffrono di onicofagia, o che hanno unghie fragili, che si spezzano o si sfaldano con facilità. Per questi motivi non basta semplicemente mantenere al meglio la superficie ungueale, ma risulta necessario applicare delle tecniche che permettano la ricostruzione di una superficie liscia e compatta, che non si rovini in modo eccessivamente rapido.

Il gel, la rivoluzione degli ultimi anni

Fino a qualche anno fa la principale tecnica utilizzata per la ricostruzione delle unghie consisteva nell’utilizzo di prodotti acrilici bifasici, con cui si creava un fluido malleabile, da stendere con cura sulle unghie. Oggi queste tecniche sono ancora del tutto valide, soprattutto per la preparazione di particolari effetti sulle unghie. Negli ultimi anni però si sta molto diffondendo l’utilizzo delle vernici in gel, più pratiche da utilizzare, che necessitano anche di particolari lampade per l’indurimento perfetto. Tramite l’utilizzo delle diverse tecniche disponibili si possono ottenere oggi unghie incredibili, perfette per qualsiasi occasione.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *