Investimenti pubblicitari in lieve calo

Il mercato degli investimenti pubblicitari italiani ha chiuso i primi quattro mesi dell’anno con una prestazione di lieve flessione rispetto a quanto era stato riscontrato nello stesso periodo dell’anno precedente. Ad affermarlo è la società di analisi e di consulenza Nielsen, che ha recentemente diffuso i dati statistici relativi al primo quadrimestre 2017 relativi al mercato italiano degli investimenti pubblicitari.

Nel dettaglio, la società ha affermato che il mercato italiano degli investimenti pubblicitari ha chiuso il primo quadrimestre 2017 in calo dello 0,3 per cento rispetto a quanto era stato diramato nello stesso periodo del 2016 (ma il calo è del -2,9 per cento se si esclude dal web la stima sul search e sul social).

Soffermandosi invece sul solo mese di aprile, si scopre che la raccolta ha perso il 2,8 per cento (ma il calo è ben più pesante, -6,4 per cento, senza search e social). La tv ha perso il 4,2 per cento nel mese e lo 0,6 per cento sul quadrimestre. I quotidiani e i periodici sono invece calati rispettivamente del 19,4 per cento e dell’8,9 per cento ad aprile e dell’11,2 per cento e dell’8 per cento nel quadrimestre.

E’ salita invece la raccolta pubblicitaria in radio: +3,5 per cento nel mese e +0,7 per cento nel periodo gennaio-aprile. Il web ha chiuso il quadrimestre in crescita del 7,3 per cento (-1,4 per cento escludendo search e social).

Dai dati di cui sopra appare pertanto molto chiaro quanto sia l’importanza relativa assunta dagli investienti nei mercati pubblicitari web, con search e social in grado di fare la differenza tra un resoconto negativo e uno positivo, in presenza di statistiche ufficiali e più puntuali su tali trend.

Appuntamento ora al prossimo mese, che dovrebbe tuttavia confermare – sostengono gli analisti – i numeri sopra esposti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *