Fincantieri e STX cercano la pace

Fincantieri – Leonardo è alla ricerca di una soluzione per la vicenda che ha determinato una tensione nei rapporti tra Italia e Francia in relazione all’operazione societaria di rilevazione dei cantieri transalpini di STX. Secondo quanto affermano diverse fonti di stampa negli ultimi giorni (il quotidiano economico finanziario Il Sole 24 Ore, l’agenzia di stampa Reuters), nei negoziati in corso per risolvere la disputa Fincantieri – STX France, il Governo italiano e quello francese starebbero discutendo di una possibile alleanza allargata nel settore navale, che potrebbe portare a una partnership con il secondo e terzo gruppo europeo della difesa Thales e Leonardo.

La vicenda è ancora nelle prime fasi, ma non sono escluse delle potenziali accelerazioni nei prossimi giorni. L’obiettivo congiunto dei governi di Parigi e di Roma è infatti quello di cercare di risolvere in tal modo la disputa sul cantiere navale nella Francia occidentale che il Governo francese ha nazionalizzato per bloccare il tentativo di takeover da parte di Fincantieri.

La Francia ha giustificato questa mossa (peraltro, contrastante con quanto dicevano gli accordi che l’Italia aveva assunto con il precedente governo di Hollande), sostenendo che era preoccupata per la perdita di posti di lavoro nel cantiere, che rappresenta ad oggi il solo in Francia ad essere abbastanza grande per poter costruire portaerei e altre navi di grandi dimensioni.

L’obiettivo dei governi di Roma e di Parigi è quello di giungere a un accordo sui cantieri di STX France in tempo per il vertice franco-italiano del 27 settembre a Lione, dove il presidente francese Macron e il primo ministro italiano Gentiloni dovrebbero cercare di smorzare le tensioni che sono state determinante dalla crescente influenza francese sull’industria italiana. Thales, Naval Group e Leonardo non hanno per il momento commentato, e difficilmente lo faranno prima delle fonti governative.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *