Finalmente in ripresa il settore degli elettrodomestici

I primi mesi del 2016 hanno visto la ripresa di alcuni fondamentali settori dell’economia italiana e, tra di essi, quello della produzione del settore degli elettrodomestici. Di ripresa lieve, naturalmente, si tratta. Ma è comunque quanto sufficiente per poter tirare un sospiro di sollievo rispetto ai cali degli ultimi esercizi.

Gli operatori nazionali, in particolare, continuano a soffrire uno stagnante mercato interno, che pur mostrando segnali di ripresa, rimane su livelli depressi, nonostante gli incentivi pubblici nuovamente prorogati. Fuori dal mercato italiano, quelli esteri sono connotati da un’elevata competizione e da una bassa crescita, perlomeno nelle aree mature che rimangono il principale bacino di destinazione delle esportazioni nazionali.

Per quanto riguarda i dati statistici più aggiornati, viene evidenziato come nel corso del medio periodo gli ordinativi che vengono rivolti al settore continuano a evidenziare un andamento deludente rispetto al totale dell’industria manifatturiera. Ad ogni modo, è anche vero che nei primi cinque mesi dell’anno in corso è stato possibile riscontrare uno spunto positivo per gli ordini nazionali, in aumento poco sopra al 2 per cento a prezzi correnti, mentre quelli esteri calano di oltre il 6 per cento. Una moderata spinta alla ripresa del settore arriva quindi, a parziale sorpresa rispetto ai precedenti auspici, dal mercato interno. Le vendite di elettrodomestici in Italia, nei primi quattro mesi del 2016, hanno registrato crescite a valore poco sopra il 3 per cento per i grandi e hanno stagnato per i piccoli, segmento nel quale procede lo spostamento verso prodotti a maggior valore medio unitario, a fronte di cali dei volumi acquistati.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *