Crescono ancora le sofferenze bancarie

bank-note-209104_960_720Secondo quanto affermano gli ultimi dati di Banca d’Italia, ad agosto l’ammontare delle sofferenze lorde delle banche italiane sarebbe risalito oltre la quota di 200 miliardi di euro, per i livelli massimi da gennaio a questa parte, ma con il tasso di crescita su anno che si è ridotto dal mese precedente, fino quasi ad azzerarsi.

In particolare, sempre secondo quanto rivelano i dati dell’istituto banchiere italiano, le sofferenze lorde ammontavano a fine agosto a 200,11 miliardi di euro, rispetto ai 198,25 miliardi di luglio, mentre a livello netto sono passate a 84,65 miliardi di euro dagli 84,42 miliardi di euro del mese precedente.

Ancora, viene evidenziato come su base annua, le sofferenze lorde restano in aumento ad agosto, ma il tasso di crescita frena a 0,1 per cento da +0,3 per cento del mese precedente. Sul fronte dell’erogazione del credito, i prestiti al settore privato (corretti per tener conto delle cartolarizzazioni e degli altri crediti ceduti e cancellati dai bilanci bancari) sono cresciuti dello 0,7 per cento annuo, dopo il +0,4 per cento di luglio; il credito alle imprese si è contratto di 0,2 per cento dopo il -0,6 per cento del mese precedente, mentre i prestiti alle famiglie hanno registrato un incremento annuo di 1,5 punti percentuali dopo +1,4 punti percentuali di luglio. Per quel che infine riguarda il dato sulla raccolta, in agosto i depositi del settore privato sono aumentati del 4,1 per cento su base annua dopo il +4,9 per cento su base annua del mese precedente, mentre le emissioni di bond bancari continuano a calare, con un -10,5 per cento annuo dopo il -10,6 per cento di luglio.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *