Che cosa è il leverage?

prestitoCon il termine “leverage” – o effetto leva – si intende la possibilità di disporre e di gestire di una maggiore quantità di denaro rispetto a quello che si possiede, quindi anche di poter investire più capitale di quello di cui si dispone.
Un motivo di interesse da parte degli investitori nel mercato del forex, delle valute, è proprio rappresentato dalla possibilità di avere un leverage più elevato rispetto ad altri tipi di investimento.

Cosa si intende per leverage o leva finanziaria?

Il leverage viene anche definito “leva finanziaria”. Si tratta di uno strumento che può rivelarsi molto vantaggioso. In pratica, il leverage è una sorta di prestito che il broker concede all’investitore.
Il trader inizia ad investire nel mercato forex aprendo il proprio conto presso un broker. Il broker a cui ci si affida mette a disposizione, fra gli altri servizi offerti (che non sono tutti uguali ma differiscono da broker a broker), anche delle condizioni di leverage, che possono variano a seconda della tipologia di investimento.
Fra i vari elementi da considerare nella scelta del broker con cui iniziare a fare trading on line nel mercato forex, il leverage è proprio uno di questi. Un buon broker prevede la possibilità di disporre della leva. Bisogna fare attenzione alla leva applicata dal broker sul conto ed al margine disponibile.
In questa risorsa web (http://www.borsaedati.it/forex/lista-dei-migliori-broker-del-2015/), è possibile approfondire tutti gli aspetti rilevanti che influiscono nella scelta del migliore broker.
Per capire il leverage e il suo funzionamento, dobbiamo menzionare anche il concetto di margine.
Nel mercato forex, leva e margine sono legati fra loro. Il margine è la cifra trattenuta dal broker a garanzia di una probabile operazione fallimentare. In caso di ribasso oltre una certa soglia, il broker avvia una vendita coatta.

Quando apriamo una posizione, dobbiamo avere il denaro sufficiente, un margine disponibile sul conto, affinché sia possibile coprire un’eventuale perdita. In sostanza, se il leverage è di 100:1, con un deposito di 1000 euro, che è il margine versato dal trader al broker per utilizzare la leva, si dispone di 100.000 euro.
In questo modo, grazie alla leva è possibile fare speculazioni con grandi cifre di denaro (volume).

Il margine non è altro che la quantità di denaro, o deposito, dovuta al broker come garanzia per mantenere la propria posizione. L’importo del margine può variare o essere ritirato.
In relazione al margine dovuto al broker, si può calcolare la leva massima che è possibile ottenere. Ad esempio, se il margine richiesto è pari all’1%, la leva è di 100:1.

Da queste considerazioni si deduce che la leva è un’ottima opportunità per il trader, perché con questo strumento si possono acquistare o vendere volumi ingenti di una coppia di valute, anche se non si dispone dell’importo movimentato.
Da questa condizione ne deriva che le opportunità di guadagno ed il rischio di perdita sono maggiori, anche se va considerato che gli effettivi rischi di perdita sono contenuti, perché non è così facile che si verifichi la condizione per cui una coppia di valute nel corso di una giornata subisca una oscillazione maggiore rispetto al margine investito.
In casi specifici può accadere che l’effetto leva causi delle perdite rilevanti, in quanto ad un effetto leva più elevato corrisponde un rischio maggiore che si corre con l’investimento. Occorre molta prudenza per evitare di bruciare il proprio capitale.
Per ovviare a questa possibilità, è consigliabile individuare e mettere in atto un piano di gestione degli stop loss; non rischiare con investimenti azzardati, soprattutto se non si ha ancora una particolare esperienza con il forex e con i meccanismi che lo regolano.
Nel mercato valutario le oscillazioni giornaliere non comportano un elevato rischio di perdita perché sono contenute, pertanto è lecito ricorrere all’effetto leva come strumento che consente un afflusso elevato di capitali. Si consiglia, però, di utilizzare con prudenza tutti gli strumenti a disposizione nel trading on line, soprattutto se si è ancora inesperti.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *