Buona crescita della produzione nelle costruzioni italiane

forex 1Tra gli ultimi dati macroeconomici più positivi per l’economia italiana, balza agli occhi la notizia secondo cui la produzione nelle costruzioni sarebbe cresciuta del +4,6 per cento mese su mese a febbraio, dopo il crollo di -4 per cento su base mensile riscontrata nel corso del precedente mese di gennaio. Su un dato così volatile su base mensile non può che aver influito, oltre alla nota e attesa distorsione legata alla distribuzione delle festività a gennaio, anche la variabilità delle condizioni meteorologiche nei primi due mesi dell’anno.

Più nel dettaglio, l’Istat nel suo dossier legato all’approfondimento di tale dato ha ricordato che su base annua, l’output è calato in termini grezzi a -2,6 per cento da +1,3 per cento di gennaio, ma è salito a +1,6 per cento da -5,4 per cento precedente se corretto per il numero di giorni lavorativi (20 giorni lavorativi a febbraio 2017, contro i 21 giorni lavorativi di febbraio 2016). Il dato lascia comunque la produzione nel trimestre in rotta ancora per un calo nel primo trimestre 2017, probabilmente nella misura di 0,3 punti percentuali se confrontato con il trimestre precedente. Se confermato, tale passo indietro sarebbe comunque meno marcato rispetto a fine 2016 (-0,7 per cento su base trimestrale).

Peraltro, ricordava un recente approfondimento di ISP legato proprio a questo comparto, di recente l’andamento degli investimenti nelle costruzioni secondo i dati di contabilità nazionale (+0,5 per cento trimestre su trimestre nell’ultimo quarto del 2016) è risultato piuttosto decorrelato rispetto alla produzione nel settore. In ogni caso, l’andamento della fiducia dei costruttori resta coerente con un’ulteriore recupero tendenziale dell’output, che gli analisi ritengono di poter toccare con mano nel corso dei prossimi mesi, quando dovrebbe dunque concretizzarsi una potenziale ripresa del dato indicativo dell’evoluzione del settore.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *