Banche italiane tra le più “generose” nel concedere mutui

calculator-428294_960_720L’indagine trimestrale sul credito bancario Bank Lending Survey (BLS), svolta nel mese di giugno 2016, ha raccolto le opinioni delle banche italiane in merito all’andamento dei criteri di erogazione dei prestiti e all’evoluzione della domanda di credito, con riferimento al 2° trimestre del 2016 e alle attese sul 3° trimestre.

Ebbene, per quanto attiene i prestiti alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, le indicazioni delle banche confermano per il 2° trimestre 2016 l’allentamento dei criteri di offerta e la loro intenzione è di proseguire con tale politica, seppur con intensità ridotta, anche nel 3° trimestre del 2016.

Il miglioramento delle condizioni di offerta è confermato dall’ulteriore diminuzione registrata nella quota di richieste che sono state respinte, in rapporto al totale di quelle presentate dalle famiglie relativamente ai prestiti per l’acquisto di abitazioni. Nel 2° trimestre 2016, l’allentamento dei criteri di offerta è stato dettato soprattutto dalla forte concorrenza esercita dalle banche e dalle attese più favorevoli sia sull’attività economica in generale sia sul mercato degli immobili residenziali, fatto quest’ultimo che non si è mai verificato in misura così intensa (percentuale netta: -37,5%) da quando l’indagine è stata introdotta.

A sostegno di ciò – conclude un comunicato Intesa – si conferma marcata la riduzione dei margini applicati dalle banche sulla media dei prestiti, nonché l’allentamento praticato tramite il miglioramento dei termini e delle condizioni contrattuali. Per il terzo trimestre consecutivo, infine, ha esercitato un effetto espansivo la maggiore flessibilità concessa nella determinazione del rapporto tra il valore del prestito e quello delle garanzie.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *