Adottare una tartaruga: ecco come fare!

tartaruga-Il cane è senza dubbio l’animale da compagnia più richiesto e amato. Tuttavia, da alcuni anni a questa parte sta prendendo piede un’altra possibilità: adottare una tartaruga! Certo non vi correrà dietro, non scodinzolerà e non risponderà alle vostre richieste, ma molti riescono a vedere in questo animale tanta tranquillità, serenità e pace.

Esistono due tipi di tartarughe adottabili: le Testudo Hermanni, oppure la Testudo Graeca o Testudo Marginata. Prima di prenderla, però, è bene sapere alcune piccole cose: prima di tutto, la tartaruga ha bisogno di un giardino molto vasto e ampio. Inoltre, una parte di esso dovrebbe essere al sole, in quanto per le tartarughe la luce solare è vitale.

Mentre i rettili innalzano la temperatura corporea grazie al calore, i raggi UVB per le tartarughe sono di vitale importanza per l’assimilazione del calcio e, quindi, per la corazza. Inoltre, se d’estate è possibile tenerla all’aperto (avendo magari l’accortezza di non farla uscire da un eventuale cancello), in inverno la situazione è un pochino più complicata.

E’ bene, infatti, prepararle un recinto con un piccolo rifugio per l’inverno: in questo modo potrà stare al caldo interrandosi senza nessuna difficoltà. Inoltre, è importante che (in fase di acquisto) ci venga rilasciato il certificato CITES. In Italia è vietato raccoglierne una che vive in natura, e il certificato in questione ne garantisce la nascita in cattività e la identifica. Ogni negoziante, quando vi vende una tartaruga, deve (per legge: è quindi obbligato!) rilasciarvene una copia.

Infine, parliamo dell’alimentazione: le tartarughe terrestri sono vegetariane: nella loro alimentazione sono previsti insalata, radicchio, scarola,… . Le tartarughe palustri, invece, dovrebbero essere nutrite con gamberi, tarme della farina, lombrichi, insalata,… .

Ricordatevi che una dieta errata può compromettere gravemente la salute della vostra tartaruga: in caso di malessere, occhi gonfi e apatia è bene portarla subito da un veterinario per farla visitare. Ora che sapete tutto, non vi resta che godervi il vostro nuovo amico a 4 zampe!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *